Novità dal "Microsoft Inspire 2017"

Quest’anno Microsoft ha scelto Washington, D.C. come sede dell’annuale conferenza dedicata al mondo dei partner, nota come “Microsoft Inspire 2017". L’evento ha richiamato 17.000 membri dei partner Microsoft da tutto il mondo e ha dato luogo a più di 145.000 incontri.
 
La Conference si è sviluppata intorno al tema della digital transformation, all’interno della quale assume un ruolo strategico il digital workspace ossia la possibilità di lavorare al meglio oltre lo spazio fisico dell’ufficio, potendo accedere a tutti i servizi sia in mobilità che in smart working, contribuendo a migliorare anche il cosiddetto “work life balance”.  Per far toccare con mano ai partecipanti un digital workspace, Satya Nadella “gioca” con Microsoft Team, il toolkit di Office 365, lanciato lo scorso novembre che detta nuovi standard nel mondo della “collaboration and productivity” dei team di lavoro, usandolo come punto di partenza per esplorare le novità Microsoft.
 

Ecco quindi in sintesi le novità principali presentate al Microsoft Inspire 2017:
 
Microsoft 365, la nuova offerta in linea con la mission di Microsoft “Empower every person and every organization on the planet to achieve more” ovunque e in ogni momento in ottica di digital workspace.  Una soluzione completa che aggrega componenti Microsoft quali Office 365, Windows 10 e i pacchetti di Enterprice Mobility e Security.
Microsoft 365 sarà rilasciato in due versioni:
• Microsoft 365 Enterprise, rivolta alle grandi aziende che comprenderà Office 365 Enterprise, e quanto sopra citato.
• Microsoft 365 Business, destinata ad aziende fino a 300 user che includerà Office 365 Business Premium, feature di sicurezza e di gestione per dispositivi Windows 10 e applicazioni di Office.
 
Il programma Cloud Embed, rivolto ai partner per ribaltare forte valore aggiunto sulle aziende, fornendo le proprie soluzioni potenziate da strumenti Microsoft quali Power BI, Power Apps, Microsoft Flow, Dynamics 365.
 
Azure Stack, l’estensione di Azure in locale che permetterà alle aziende di creare applicazioni ibride innovative e integrate con cloud Azure. Non sarà una piattaforma autonoma ma un ambiente per implementazioni preconfigurate.
 
Infine considerato l’avvicinarsi dell’entrata in vigore del nuovo Regolamento Generale per la Protezione dei Dati (GDPR) dell'Unione Europea, fissata a maggio 2018, al “Microsoft Inspire” si è parlato anche di protezione dei dati e di rispetto dei requisiti di privacy governativa. Microsoft guarda al GDPR come ad un’opportunità per aiutare i clienti a conformarsi alle nuove modalità di tutela della privacy dei dati e invita i propri partner a lavorare insieme per garantire la cyber-security.

Il sito utilizza solo cookie tecnici e di analisi per il corretto funzionamento e vengono utilizzati cookie di terze parti. A seguito della normativa UE siamo obbligati a chiedere il vostro consenso. Si prega di accettare i cookies per il caricamento delle informazioni, proprio come qualsiasi altro sito su Internet. Utilizzando il nostro sito web si accetta la nostra Privacy Policy e Termini di servizio. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo, vedere la pagina Privacy