Il decalogo del Forecaster

Per molte aziende, prevedere la domanda da soddisfare di un certo prodotto è un’attività fondamentale. L'accuratezza delle previsioni è un fattore chiave per rispondere al meglio alla domanda dei clienti e, allo stesso tempo, ridurre i costi operativi totali.

Ma avere successo in questo settore è tutt’altro che facile, per questo riportiamo un interessante articolo, pubblicato da Institute of Business Forecasting & Planning di Dwayne Wildhagen intitolato “The ten commandments of forecasting & demand planning”, che propone alcune regole chiave da seguire per avere successo nel ruolo di Demand Planner o Forecaster

 Ecco il decalogo:

  1. Amare la propria professione. Le persone percepiscono subito se ami o meno quello che fai. Ti starai chiedendo come questo possa influenzare il tuo lavoro. La risposta è che le persone tendono ad avere più fiducia in qualcuno che mostra di amare ciò che fa. Ottenere il consenso dei collaboratori è l’obbiettivo di ogni Forecaster.
  2. Mostrarsi sicuro dei propri dati. Che la tua previsione sia corretta o errata, ciò che conta è dare l’impressione di aver preso in considerazione ogni possibile variabile e di aver scelto quella che reputiamo essere la più corretta per il nostro business. Goditi il fatto che nel tuo ruolo non è necessario che tu abbia sempre ragione.
  3. Semplificare gli algoritmi più complessi. I numeri sono un argomento ostico per molte persone. Semplificarli, farà sì che il tuo pubblico non si annoi velocemente e, allo stesso tempo, penserà che tu sappia davvero di cosa stai parlando.
  4. Utilizzare una metrica quantificabile. Non importa quale indicatore tu scelga, ciò che conta è che sia oggettivo e quantitativo. Per svolgere al meglio il tuo compito, è fondamentale che tu abbia a disposizione un numero sufficiente di informazioni tale da consentirti di stabilire una base rispetto alla quale valutare con precisione l’andamento della previsione.
  5. Valutare con attenzione gli input del settore vendite e marketing. Sfrutta ogni possibilità di confronto. Potresti ottenere informazioni costruttive per le tue previsioni o trarre conferme. In ogni caso, la tua opinione sarà considerata come un’opportunità di confronto e miglioramento anche dalle altre parti coinvolte.
  6. Coinvolgere tutte le parti interessate nel processo aziendale. È vero non sono loro a essere pagati per formulare previsioni, ma rendersi conto che ad un tuo lavoro più accurato corrisponderà un miglioramento del loro lavoro, aumenterà la loro propensione a collaborare con te. In questo modo potrai ottenere input utili da diversi settori aziendali ed avere una panoramica completa sulla quale costruire le tue previsioni.
  7. Coinvolgere il reparto produzione e gestione scorte fin dalle fasi iniziali. Sono i dipendenti più informati sui prodotti; sarà indispensabile perciò che li consultiate prima di pubblicare informazioni che daranno avvio alla fase di pianificazione e a quelle successive.
  8. Ottimizzare i tempi. Finora abbiamo detto che coinvolgere tutte le parti interessate è uno step fondamentale per elaborare previsioni accurate, ma non è necessario che tu discuta ogni giorno il tuo lavoro con ogni persona coinvolta nel processo aziendale, a meno che non ti sia esplicitamente richiesto o in occasione di un particolare evento. Meglio organizzare incontri periodici con gruppi di partecipanti selezionati.
  9. Adeguare il proprio stile comunicativo al proprio pubblico. Questo lavoro richiedere l’interazione con un gran numero di persone e ruoli. È fondamentale quindi imparare a modulare le proprie presentazioni, i contenuti e il linguaggio in rapporto all’audience con la quale ci si confronta.
  10. Puntare al miglioramento. Esistono molti strumenti che possono aiutarti a incrementare le tue conoscenze e a stare al passo con le novità. Sfrutta ogni occasione utile per sviluppare le tue abilità ed impara ad applicarle nel miglior modo al tuo lavoro.

Riassumendo, la funzione del Demand Planner o Forecaster è quella di coordinare le diverse attività, quali la produzione, le scorte, la distribuzione e i piani di acquisto, e guidare quindi l’azienda verso il raggiungimento degli obiettivi prestabiliti.

Leggi l’articolo da Institute of Business Forecasting & Planning

 

Il sito utilizza solo cookie tecnici e di analisi per il corretto funzionamento e vengono utilizzati cookie di terze parti. A seguito della normativa UE siamo obbligati a chiedere il vostro consenso. Si prega di accettare i cookies per il caricamento delle informazioni, proprio come qualsiasi altro sito su Internet. Utilizzando il nostro sito web si accetta la nostra Privacy Policy e Termini di servizio. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo, vedere la pagina Privacy