Dashboard perfetta: ecco l'ultimo capitolo della saga!

Disegnare una dashboard efficace non è affatto una passeggiata. Anzi spesso può rappresentare una vera e propria sfida. Per questo sulla base della nostra esperienza con Power BI abbiamo formulato alcuni fondamentali da tenere a mente nella progettazione di una dashboard.

Un breve recap dei capitoli precedenti

Nella prima parte abbiamo detto che quando si crea una dashboard è essenziale non farsi prendere la mano, sia a livello contenutistico che grafico. Per riuscirci sarà necessario focalizzare l’attenzione sui dati, anche se è certamente vero che anche l’aspetto grafico gioca un ruolo rilevante. Ma non solo: le dashboard devono essere cucite su misura per l’utente. Per questo per creare dashboard efficaci sarà necessario conoscere gli utenti coinvolti, comprendere il tipo di informazione di cui necessitano e qual è l’obbiettivo che intendono raggiungere.

Nella seconda invece abbiamo sottolineato l’importanza di ottimizzare lo spazio che avete a disposizione all’interno della dashboard, eliminando tutto ciò che non è immediato ed essenziale, per lasciare spazio alle tematiche principali. Ma non fatevi trarre in inganno: legende, commenti e note esplicative non sono un surplus! Se utilizzate colori, simboli, acronimi, ricordatevi di spiegarli. La dashboard deve trasmettere informazioni a colpo d’occhio e senza una chiave di lettura sarà inutilizzabile da parte dell’utente.

Tenuto conto di tutto ciò, siamo pronti per gli ultimi suggerimenti.

Le nostre ultime 3 regole

Mantenere coerenza e uniformità

Smantelliamo la convinzione che utilizzare più volte lo stesso elemento grafico, sia all’interno di una dashboard che in una serie di dashboard, possa risultare noioso. È tutto il contrario! Questa tecnica può incrementare la familiarità dell’utente con la grafica e quindi consentirgli un riconoscimento immediato, che è l’obbiettivo di ogni dashboard ben costruita. Dovrete invece prestare molta attenzione ad utilizzare diversi tipi di grafici, colori e simboli all’interno di una stessa dashboard, perché rischiate di creare una grafica senza un filo logico che disorienterà l’utente. Perciò ricordatevi che utilizzare lo stesso design o lo stesso grafico diverse volte, per elementi con funzionalità simili, non è un errore, al contrario è il metodo più efficace per trasmettere un messaggio.

Contestualizzare i dati

Scegliere il dato corretto da presentare all’utente è fondamentale, ma se non contestualizzato, il dato è utile solo a sé stesso. Mostrare il contesto permette di fare comparazioni e valutare un andamento. Perciò ricordatevi sempre quando inserite una misura di mostrare il suo target, il trend o il valore precedente. Oppure potreste aiutarvi a contestualizzare le misure utilizzando i colori, come vi abbiamo già suggerito nella regola precedente.

Non confondere una dashboard con un report

Un report consente una visualizzazione dettagliata di un set di dati e può includere una o più pagine. Una dashboard invece fornisce una overview di una determinata situazione. La sua finalità è quella di filtrare enormi quantità di dati per estrarre delle informazioni rilevanti che l’utente possa assimilare velocemente. Perciò cercate di non utilizzare tabelle traboccanti di dati, ma provate piuttosto a creare dashboard prevalentemente grafiche.

 

Anche dopo questi nostri ultimi consigli, vi state ancora chiedendo qual è l’ingrediente segreto per una dashboard perfetta? La grafica? I colori? I numeri? L'allineamento?

La risposta è che la cosa più importante per progettare una dashboard efficace è capire quali sono i dati utili per l’utente e quali invece sono superflui. Ma, come già detto, i singoli dati di per sé non trasmettono un messaggio. È qui che entra in gioco anche il design, che estrae valore dai dati e lo comunica, in modo semplice e veloce, all’utente.

In conclusione, progettando le vostre dashboard potrete seguire alcuni accorgimenti, come quelli che vi abbiamo proposto con la nostra saga, che vi aiuteranno a rendere i vostri lavori più utili ed efficaci, ma tenete a mente che non esistono regole universali per creare la dashboard perfetta!

 

Il sito utilizza cookie tecnici e di analisi per il corretto funzionamento e cookie di terze parti (solamente cookie di social media sharing: cookie di terza parte che vengono utilizzati per integrare alcune diffuse funzionalità dei principali social media e fornirle all'interno del sito).
Utilizzando questo sito web si accetta il nostro utilizzo dei cookie come descritto nella Privacy Policy.
Per saperne di più, vedere la pagina Privacy Policy.